DAM Academy è un marchio registrato Teorema srl

Perché Ex Machina ha un montaggio intelligente?

Mark Day è un montatore capace di vincere due premi BAFTA, ed ha avuto una carriera di successo finora. I titoli dei suoi film comprendono quattro film della saga di Harry Potter e assieme al regista di Harry Potter David Yates, sta attualmente lavorando su “Tarzan” (in uscita nel 2016). Fra i film di Harry Potter e Tarzan, Day ha lavorato al montaggio di “Ex Machina”, esordio alla regia dello scrittore di The Beach, Alex Garland. “Ex Machina” è considerato uno dei film di maggior successo del 2015, apprezzato da critica e pubblico e vincitore del premio Oscar agli effetti speciali.

Come riportato in un’intervista su Televisual nel 2014, Day afferma di aver iniziato la carriera nei primi anni ’80, lavorando come tirocinante presso la BBC, seguendo le orme del padre che era un direttore della fotografia del cinema. “Mio padre era un direttore della fotografia, e per questo motivo ho passato un bel po’ di tempo in giro per set cinematografici in età precoce, e l’emozione di fare film è penetrata nel DNA da mio padre.”

“Non ero interessato al reparto fotografia, ma mi piaceva molto l’arte del montaggio ed entrando alla BBC sono diventato assistente tirocinante intorno al 1982, lavorando al montaggio in vari reparti, tra cui teatro e musica, e arti visive”. Il salto di qualità è arrivato quando ha avuto la prima grande occasione al montaggio di film su “Number 27”, film scritto da Michael Palin e diretto da Tristam Powell. “Da lì in poi ho lavorato a vari film della BBC come John Schlesinger, Jack Clayton, Richard Eyre e Paul Greengrass. .

“Ho poi incontrato e lavorato con David Yates alla BBC e finito per fare prodotti acclamati come “State of Play” e “Sex Traffic” per Channel 4, e poi abbiamo fatto gli ultimi quattro film di Harry Potter insieme. La nostra collaborazione continua ancora oggi, con “Tarzan“”.

L’ultimo film di Day è stato quindi il montaggio del thriller sci-fi Ex machina, prodotto dalla Universal Pictures, scritto e diretto da Alex Garland e girato presso i Pinewood Studios di Londra e in alcune location in Norvegia.

Il film è un intenso thriller psicologico incentrato su Caleb (Domhnall Gleeson), un giovane programmatore di computer che lavora presso la più grande azienda al mondo di servizi Internet. Caleb vince un concorso per trascorrere una settimana in un rifugio sperduto e modernissimo, appartenente al misterioso CEO della società, Nathan (Oscar Isaac).

Ma quando arriva lì, scopre che deve partecipare a un esperimento con la prima vera intelligenza artificiale del mondo, impiantata nel corpo di una donna robot, la bellissima Ava (Alicia Vikander).

Scopri 5 curiosità dal montaggio di The Avengers!

Il montaggio su Ex Machina

Ex Machina è stato girato in anamorfico utilizzando la macchina da presa F65 e F55 della Sony e registrato in 4K RAW presso i Pinewood Studios e in Norvegia.

Durante le riprese, Day era sempre sul set ai Pinewood Studios.

“È stato abbastanza veloce girare a Pinewood, circa sei settimane di riprese” spiega “Ho montato le clip giornaliere del giorno prima, ogni giorno, fino alla fine delle riprese, e dopodiché ho avuto una settimana per assemblare il primo montaggio grezzo. Ho avuto grande fiducia nella mia brillante prima assistente Hermione Bryt, e anche nell’assistente AVID di grande talento, Erline O’Donovan. Il termine ‘assemblaggio’ è un po’ improprio, perché in realtà in quei giorni avrò modificato e rimontato ogni scena più e più volte, al fine di rendere la prima visione uno spettacolo più cinematografico possibile” dice.

“Ho poi mostrato questa versione al regista Alex Garland e ai produttori Andrew Macdonald e Allon Reich a Molinare, in cui abbiamo continuato il lavoro fino al montaggio finale del film”.

Vuoi conoscere le migliori tecniche di montaggio? Leggi qui!

Perché Ex Machina ha un montaggio intelligente?

Il lavoro al montaggio su Ex Machina è stata la prima occasione di lavoro insieme ad Alex Garland: “Non solo è un eccellente scrittore, ma è un regista di altrettanto talento; è totalmente concentrato e focalizzato, ma è sempre pronto alla collaborazione con chi vuole provare cose nuove e sperimentare. Abbiamo lavorato a stretto contatto per tutta la durata del montaggio, analizzando meticolosamente ogni scena meticolosamente, mettendo a punto i dettagli, fondendo e modellando tutti gli elementi fino a quando tutti i soggetti coinvolti erano contenti.”

Come per tutti gli altri film montati da Day, anche su Ex Machina egli ha lavorato con Avid Media Composer.

“Sono passato ad Avid quando ho iniziato a lavorare su Harry Potter otto anni fa, e non sono più tornato indietro. È uno strumento molto versatile per il montaggio di grandi film che comprendono effetti visivi, ma anche per quelli a basso budget. Abbiamo avuto molti effetti visivi in Ex Machina e Avid, come sempre, ha supportato egregiamente il lavoro. Utilizzo una miriade di effetti in Avid, come Resize, Spectramatte, Timewarp, Reverse motion and 3D Warp, giusto per citarne alcuni.”

Il segreto sembra essere quindi innanzitutto affidarsi ad uno strumento affidabile, ma non solo.

“Sono stato anche fortunato durante il montaggio di Ex Machina perché abbiamo avuto un fantastico team di montatori di effettivi visivi guidato da Tina Richardson (che aveva già lavorato con Garland) che lavorava parallelamente a noi, rendendo tutto il processo più facile. Ora lei è con noi su ‘Tarzan’” aggiunge Day.

Quando gli è stato chiesto quali sono le competenze essenziali per un montatore, Day snocciola la sua lista: “La diplomazia, la pazienza, la psicoanalisi, la tenacia, l’emozione, la passione, la visione, capacità di resistenza – potrei andare avanti all’infinito!”

Se anche tu vuoi scoprire i segreti del montaggio, iscriviti al corso della Romeur Academy!

I CORSI DAM ACADEMY

FOTOGRAFIA

ADV & POST PRODUCTION

CINEMA &

NEW MEDIA

GRAPHIC E WEB

COMMUNICATION

EVENT

MANAGEMENT