DAM Academy è un marchio registrato Teorema srl

Come girare un perfetto carrello in avanti

In una ripresa con il carrello in avanti, la macchina da presa avanza sul soggetto. Il carrello in avanti classico inizia con un’inquadratura frontale di un mezzo busto, e la macchina da presa si sposta per finire su una sorta di primo piano. Questo movimento di macchina non ha nulla a che fare con lo zoom. Infatti la telecamera si sposta fisicamente verso il soggetto, di solito per mezzo di un ‘dolly’ (il carrello vero e proprio) che viene spinto lungo dei binari o su un pavimento liscio.

È innegabilmente una ripresa molto utile ed esteticamente bella, quando è motivata dalla storia che si sta raccontando. Uno dei maestri della ripresa con il carrello in avanti è sicuramente Spielberg: osserva il suo uso e capirai la reale importanza di questo movimento.

Come migliorare la ripresa con il carrello

1. La lunghezza focale non deve essere né breve, né molto molto lunga

Sperimentando con le lenti e le posizioni degli attori, prova ad usare lenti con lunghezza focale di 85 millimetri o 100 millimetri (usando un sensore da 35 mm del cinema, o anche un full frame).

Se si utilizza un sensore più piccolo (ad esempio una videocamera CCD 2/3”) sarà necessario utilizzare la lunghezza focale equivalente, se si vuole ottenere lo stesso risultato visivo.

Il reparto fotografia esegue la ripresa con il carrello. Vuoi conoscere il reparto del cinema senza soldi?

2. I binari devono essere equilibrati e ben posizionati

In molti casi il carrello è così lento da essere impercettibile (ma colpisce lo spettatore emotivamente).

A volte non è un gesto perfettamente rettilineo: mentre la macchina da presa si muove in avanti, effettuiamo infatti anche una leggera panoramica, facendo così muovere lo sfondo dell’inquadratura, per migliorare la sensazione del movimento. In altre parole, l’asse del movimento della telecamera è leggermente diagonale rispetto al piano del soggetto ripreso.

Questi sono i passi da seguire: è necessario impostare l’inquadratura iniziando proprio di fronte al soggetto, per poi camminare indietro per tutto i tragitto desiderato, e quindi spostarsi leggermente a sinistra o a destra. Quest’ultima sarà la tua posizione di partenza della ripresa con il carrello! Prova con la macchina da presa, sarà tutto più semplice.

3. La poca profondità di campo

Se tenti questo movimento di macchina con un sensore piccolo, come un HDV, non essere deluso se poi non sembra esattamente come l’immaginavi. Ciò che rende il carrello così efficace è il fatto che, mentre la macchina da presa si muove, lo sfondo diventa progressivamente più sfocato mentre il soggetto rimane nitido.

Tutto ciò non deve essere inteso nel senso che l’unico modo per girare un bel carrello in avanti è quello di usare solo un obiettivo 85 millimetri o 100 millimetri, che garantisce una scarsa profondità di campo. Per esempio, lo stesso Steven Spielberg a volte usa lenti wide o normali per le sue riprese con carrello (e nella maggior parte delle riprese statiche). Ma a volte, usa anche lunghi teleobiettivi.

Spielberg ha diretto il film estivo per eccellenza: Lo Squalo. Vuoi conoscere gli altri migliori film sull’estate?

L’unico modo per capire meglio questo movimento di macchina è sperimentare.

Ancora qualche appunto sulla velocità del carrello

Non c’è una velocità perfetta – tutto dipende da quale idea o emozione vuoi comunicare come regista.

I carrelli in avanti veloci tendono a comunicare un senso di azione, urgenza e tensione. In virtù della necessità di avere una sensazione fortemente cinematografica, il carrello in avanti veloce tende a funzionare al meglio con le lenti grandangolari o normali.

Ma i carrelli in avanti possono essere lenti, ma così lenti che per gli spettatori sono quasi impercettibili, e solo chi sta facendo uno sforzo noterà che sta avvenendo. Tuttavia, nonostante la loro impercettibilità, questi movimenti hanno un notevole effetto emotivo sul pubblico.

Spero che questa guida ti sia utile. Ora mettiti sotto, e “scarrella” a più non posso!

Per conoscere tutte le tecniche cinematografiche, iscriviti ai corsi della REA Romeur Academy!

I CORSI DAM ACADEMY

FOTOGRAFIA

ADV & POST PRODUCTION

CINEMA &

NEW MEDIA

GRAPHIC E WEB

COMMUNICATION

EVENT

MANAGEMENT